ARRIVO IN SUDAFRICA ðŸ‡¿ðŸ‡¦

1° GIORNO – JOHANNESBURG

È il 9 agosto 2018.. il giorno del mio trentesimo compleanno! Ebbene sì, ho deciso di regalarmi un viaggio in Sudafrica.. quel Sudafrica che ho sempre sognato da bambina 💛

Dopo avermi organizzato una bellissima festa a sorpresa, Nico ed io ci mettiamo a letto.. è mezzanotte, alle 1:00 abbiamo la sveglia per andare a Venezia, partiremo da lì. Quasi non riusciamo a dormire dall’agitazione.. uno dei nostri grandi sogni si sta per avverare!

Ore 1:00 suona la sveglia, pronti scattanti ci prepariamo e via in macchina, direzione Aeroporto di Venezia! Qui abbiamo un volo che ci porterà ad Amsterdam, per poi prenderne un altro per Johannesburg!

Dopo 12 ore di volo (fortunatamente abbiamo i posti davanti con un ampio spazio per le gambe, possiamo muoverci liberamente durante il volo) eccole lì, le prime luci in lontananza di Johannesburg.. nonostante la stanchezza, l’emozione sale, ci siamo quasi!

Dopo 12 ore di volo…
Atterrati a Johannesburg, faceva molto freddo!

Scesi dall’aereo recuperiamo i nostri bagagli, ci dirigiamo verso l’uscita (Nico all’epoca fumava, per lui il primo pensiero appena atterrati è stato la sigaretta), cambiamo circa 200€ Euro in Rand giusto per avere qualcosa in tasca (sconsigliamo sempre il cambio in aeroporto, non è conveniente) e via, verso il noleggio auto che si trova all’interno dell’aeroporto.

Dopo una lunga attesa è arrivato il nostro turno.. controllano i documenti e ci consegnano le chiavi dell’auto! Una Toyota Avanza, questo sarà il mezzo che ci accompagnerà per tutta questa prima parte di viaggio.

Consiglio: se pensate di visitare autonomamente il Kruger Park, scegliete un altro tipo di auto, meglio 4×4, altrimenti rischierete di non poter percorrere alcune strade non asfaltate o addirittura bucare le gomme (come è successo a noi)!

Il noleggio Auto BUDGET
Attenzione: una volta ritirata l’auto, dovrete cercare il “Check point” del noleggio, dove un’incaricato verificherà assieme a voi lo stato dell’auto. Mi raccomando, segnalate tutti eventuali danni già presenti se non vorrete che ve li addebitino poi a fine vacanza.

Bene, ora possiamo uscire dall’aeroporto e dirigerci al nostro hotel, il SOUTHERN SUN O.R TAMBO a due passi da dove siamo atterrati. Trascorreremo la notte lì per poi metterci in viaggio il giorno seguente.

2° GIORNO – MARLOTH PARK

Sveglia presto, scendiamo a fare colazione.. che dire, ne abbiamo girati di hotel, ma una colazione come questa non l’abbiamo mai vista!! Ci sembra un sogno, c’è davvero di tutto, riempiamo i nostri piatti con brioches, torte, dolcetti, uova e pancetta, verdure, pane, marmellata, specialità africane, qualsiasi cosa ci sia.. e ci sediamo a gustarcele tutte.

Ricca colazione in hotel

Finita la colazione, riprendiamo i nostri bagagli, sono le 11:00, siamo prontii! Si parte.. direzione.. KRUGER PARK! Abbiamo un viaggio di circa 5 ore, attraversando piccoli paesi, foreste e colline, iniziamo ad assaporare questo bellissimo Paese..

Consiglio: rispettate i limiti di velocità, lungo la strada troverete molti autovelox; abbiate sempre contanti con voi perché troverete diversi pedaggi da potere pagare solo in questo modo.

Verso le 16:00 arriviamo a destinazione, questa notte alloggeremo a Marloth Park.

Marloth Park si trova sulle sponde del Crocodile River, che attraversa la provincia del Mpumalanga e bagna il confine meridionale del Kruger National Park. La particolarità di questa città è che, nonostante si trovi proprio all’interno di un’area popolata da belve feroci, i cittadini non possono erigere difese di nessun tipo. Gli animali possono quindi aggirarsi indisturbati tra le strade della città e addirittura entrare nelle loro case. Naturalmente tale peculiarità ha reso Marloth Park una popolare destinazione turistica. Qui si possono trovare alloggi di tutti i tipi. Noi abbiamo scelto la …..Tree House.

Merita sicuramente alcune righe del nostro articolo, questa graziosissima casa sull’albero, in mezzo ad una riserva naturale, ci immerge subito nel clima africano. Ci sono due camere, un salottino con cucina, un bagno e… una splendida terrazza vista savana, con bbq e una piccola piscina sotto la terrazza.

All’interno di Marloth Park, è presente un’area con i servizi di cui avrete bisogno, un benzinaio, un ristorante e un supermercato dove ci fermiamo a prendere della carne per cena. Così, torniamo nella nostra splendida casetta, ci sistemiamo e iniziamo ad accendere il bbq per la sera. Si fa tardi, la carne è pronta, ci sediamo fuori in terrazza a gustarla… nel frattempo, nel silenzio della notte, sentiamo un rumore sotto di noi. Incuriositi ci affacciamo dal terrazzo ed eccolo lì, un piccolo impala sbuca tra i rami e si avvicina per abbeverarsi nella piscina!

Quella notte la ricorderemo per sempre.. seduti al nostro tavolo, sotto il cielo stellato africano, il silenzio della savana viene interrotto da.. un RUGGITO DI UN LEONE! Impossibile spiegare l’emozione di quel momento, un ruggito in lontananza, ma così potente.. da pelle d’oca! Un leone che si trova al massimo 2 Km da noi, ci emoziona con altri 2-3 ruggiti.. mentre io e Nico, stringendoci la mano, più emozionati che mai, rimaniamo sotto le stelle a goderci questo indimenticabile momento! ❤️

La nostra TREE HOUSE
BBQ con tramonto sulla savana
All’interno della riserva Marloth Park
Selfie di Nico con la zebra

3° GIORNO – KRUGER PARK

Trascorsa la notte sotto il piumone (in casa facevano 15 gradi, si gelava!), sveglia presto ore 5:00, oggi ci aspetta una super giornata.. entreremo al Kruger Park! Cuciniamo uova e pancetta, finiamo i dolcetti comprati il giorno prima al supermercato della riserva, riprendiamo le valigie, carichiamo l’auto e via.. pronti a lasciare questo magico posto, che ci lascia nel cuore un ricordo emozionante, quel ruggito, quella natura incontaminata intorno a noi, quella casetta sull’albero, pronti ad ed esaltati per scoprire.. la Nostra Africa! 🧡

Circa 20 minuti di viaggio ci separano dall’ingresso al Parco, dopo aver attraversato lunghe distese di campi di banane, eccoci arrivati finalmente all’ingresso del KRUGER PARK, il Gate Crocodile Bridge.. ma, di questo vi parleremo nel prossimo articolo!

Lungo la strada per arrivare al Gate Crocodile Bridge del Kruger National Park


Una risposta a "ARRIVO IN SUDAFRICA ðŸ‡¿ðŸ‡¦"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...