PANORAMA ROUTE – HOEDSPRUIT

Riprendiamo il nostro viaggio dopo essere stati 4 fantastici giorni dentro il Kruger National Park.

Dove eravamo rimasti? Siamo usciti dal Kruger, davanti a noi uno splendido tramonto, siamo alla ricerca della Riserva dove alloggeremo la notte.. la Maduma Boma Game reserve ma, il gps ci ha abbandonati e non sappiamo come raggiungerla…

La Riserva dove sosteremo questa notte si trova all’interno della Moditlo Game Reserve. Seguendo le indicazioni stradali riusciamo ad arrivarci ma, il vero problema lo riscontriamo all’interno di essa. È una vasta area recintata con all’interno molti Lodge a loro volta recintati. Dopo circa venti minuti di strada, senza GPS e navigatore, non riusciamo a trovare il nostro.. C’è ne sono davvero molti, tutti chiudono alle ore 18:00! Il tempo scorre, ed è arrivata l’ora di chiusura.. Inizia a fare buio.. Del nostro Maduma Boma nessuna traccia, in giro non c’è anima viva ed io e Nico iniziamo seriamente a preoccuparci!

Dopo l’ennesima telefonata al Lodge senza ricevere alcuna risposta, il pensiero di passare la notte all’interno della macchina diventa man mano strada facendo sempre più reale. Non sapendo ancora cosa fare (e del Maduma ancora nessuna traccia), ad un tratto dei fari vengo incontro a noi, una luce di speranza si accende….. Fermiamo questo grosso fuoristrada e chiediamo indicazioni. I due signori, molto gentilmente si offrono di farci strada, non ci possiamo credere!

Eccoci, finalmente siamo ARRIVATI… Sono ormai le 19.40 (ne abbiamo fatta parecchia di strada dal nostro ingresso, ma chi se lo aspettava che fosse così) suoniamo il campanello ma, nessuna risposta. Proviamo nuovamente a telefonare e ancora nulla, tutto chiuso. Al secondo tentativo si avvicina un simpatico signore che da lontano domanda “hey guys, do you have a reservation?”

EVVIVA! c’è ancora qualcunoooooo… gentilmente, dopo aver verificato la prenotazione, ci spiega dove si trova la nostra dimora per la notte e così, ci accingiamo a raggiungerla. Un bellissimo Chalet, “Kudu”, per 8 persone, tutto per noi! Piscina privata e una grande area barbecue dove decidiamo di accendere il fuoco per scaldarci ed ammirare le stelle tutta notte.

La nostra auto parcheggiata allo Chalet Kudu della Maduma Boma Game Reserve
Area BBQ dello Chalet Kudu

7° GIORNO

Risveglio in mezzo a questa fantastica riserva, immersa nella savana. Spostando la tenda della camera, direttamente dal nostro letto, possiamo ammirare la tranquillità e la natura intorno a noi, moltissimi animali si aggirano nei pressi del Lodge. La pace che trasmette questo posto è davvero impagabile!

Vista al risveglio dalla nostra camera del Maduma Boma

Prendiamo i bagagli e via, si riparte! Nel nostro lungo viaggio on the road in Sudafrica non potevamo saltare la Panorama Route, una delle strade più sceniche e spettacolari del Paese! Oggi la percorreremo, visitando la Blyde River Canyon Nature Reserve.

La maggior parte delle persone che scelgono di visitare la parte nord est del Sudafrica, ossia quella che tocca il Kruger, si ritagliano almeno una giornata al Blyde River Canyon, il terzo più lungo del mondo, nella provincia di Mpumalanga, si trova lungo la Panorama Route. Sia rimanendo ai piedi del canyon, sia attraversando le montagne e arrivando in cima, si godrà di una vista mozzafiato.

Cosa poter visitare lungo la Panorama Route?

  • Three Rondavels: il punto panoramico più famoso, tipiche capanne rotonde dell’Eastern Cape, 3 formazioni rocciose, ricordano molto delle capanne circolari. Da qui la vista è davvero meravigliosa e si può vedere benissimo il canyon e inoltrarsi in maniera più o meno pericolosa tra le rocce;
  • God’s Window: una collinetta di foresta pluviale con diverse terrazze che si affacciano sulla valle e sul canyon;
  • Pinnacle Rock: una enorme formazione rocciosa allungata e solitaria che per l’appunto assomiglia ad un pinnacolo;
  • Bourke’s Luck Potholes: per accedere a quest’area si deve pagare un ingresso di 45ZAR, seguendo delle passerelle di legno si arriva in una bellissima zona dove delle cascate apparentemente piccole hanno disegnato dei grandissi fori cilindrici nella roccia;
  • Mac-Mac Falls: da qui partono diversi circuiti di rafting e di canyoning. C’è anche la Mac-Mac Pools che è una piscina naturale dove è possibile fare il bagno;
  • Pilgrim’s Rest: il paese della corsa all’oro, nato verso la fine dell’800;
  • Graskop: un villaggio piccolo e grazioso di montagna con alcuni hotel, ristoranti, centri sportivi di rafting, canyoning, tappa immancabile della Panorama Route.

Dovremmo visitarli tutti in giornata questi posti ma, qualcosa ce lo impedisce.

Lungo il tragitto, troviamo una rivolta. Si forma una lunga colonna di macchine, in mezzo alla strada tanti uomini stanno facendo una protesta, ci sono grosse pietre in mezzo alla strada che ne impediscono il proseguimento, auto della Polizia che invitano i turisti a tornare indietro. Siamo così costretti a girare l’auto e proseguire per un’altra strada, dovendo così saltare le Mac Mac Falls e Piligrim’s Rest.

Riusciamo a visitare tutti gli altri punti panoramici, facendo sosta pranzo nella bellissima cittadina di Graskop ma, appena ripartiti, ecco un altro inconveniente. Sono al volante io, una delle poche volte che non guida Nico, strada dritta, nessuno davanti a noi, ad un certo punto in lontananza una pattuglia della Polizia ci invita a fermarci.

Premessa: vi ricordate i nostri amici fiorentini conosciuti al Kruger? (vedi l’articolo del KRUGER PARK) ecco, loro, esperti di questo Paese, ci avevano messi in guardia dalla Polizia Locale, consigliandoci di dare soldi nel caso ci avessero fermati, per evitare qualsiasi tipo di problema.

Accostiamo, il poliziotto ci accusa di aver superato i limiti di velocità (non avendo alcun dispositivo di rilevamento). Non vuole sentir ragioni, la multa è inevitabile. Sono 1.000ZAR da pagare immediatamente o l’arresto! Si, avete letto bene, l’arresto! Dopo un breve momento di panico dato che avevamo nel portafoglio solo pochi ZAR, a Nico viene un’idea.. abbiamo degli EURO in valigia! Prendiamo tutti quelli rimasti, circa 100€, li facciamo vedere al poliziotto che, in un attimo, li prende, li infila nel taschino della divisa e ci lascia andare, senza alcuna ricevuta o altro!

Vi lasciamo alcune foto di questa emozionante giornata...

Blyde River Canyon
Bourke’s Luck Potholes
Lungo la Panorama Route
Three Rondavels
La protesta trovata lungo il tragitto, con pietre gettate in mezzo alla strada
Sosta lungo la Panorama Route
Dove ci siamo fermati a comprare una tovaglia africana
Pinnackle Rock
God’s Window
Sosta pranzo a Graskop

Bene, ci rimettiamo in marcia.. cos’altro potrà mai capitarci oggi? Dobbiamo arrivare a Hoedspruit per trascorrere la notte ma, come per gli altri giorni, è consigliato arrivare ai Lodge prima che faccia buio, entro le 17:00. L’incontro con la Polizia sudafricana ci ha rallentati parecchio. Attraversiamo molti piccoli paesi e finalmente arriviamo a destinazione in orario.

Questa notte alloggiamo al Twiga Travel, situato all’interno della Hoedspruit Wildlife Estate. Un elegante Lodge, dotato di ogni confort, piscina all’aperto, area bbq con tutte le camere arredate a tema Safari. I proprietari, Elize e Jurgens, ci accolgono molto calorosamente, dandoci il benvenuto e, tra una chiacchiera e l’altra, ci consigliano un ristorante molto carino del posto dove mangiare piatti tipici sudafricani.

Il bellissimo Twiga Travel
La nostra camera
Delizioso ristorante ad Hoedspruit
La nostra cena ad Hoedspruit

7° GIORNO

Sveglia presto, come tutte le mattine, dopo un’ottima colazione preparata al momento per noi da Elize, andiamo a lavare l’auto (provata dai giorni al Kruger Park) per poi renderla all’aeroporto di Hoedspruit.

Un’altra avventura ci attende, volo direzione Città del Capo!!

All’aeroporto di Hoedspruit
Il nostro aereo per Cape Town

Se volete scoprire come è proseguita la nostra avventura Sudafricana, leggete il prossimo articolo, dell’arrivo alla bellissima Città del Capo…


IL NOSTRO SOGNO AFRICANO – Guida Completa

SUDAFRICA – Il Nostro Sogno

AGOSTO 2018

Qual’è un tuo grande sogno? VISITARE IL SUDAFRICA E FARE UN SAFARI”

“Davvero ? Anche il mio.. Ti prometto che lo realizzeremo assieme!”

Queste le parole di Nico appena ci siamo conosciuti, nel 2017, durante uno dei nostri primi incontri, chiaccherando del più e del meno davanti a un caffè..

Ma, non è stata una semplice chiacchierata.. LO ABBIAMO REALIZZATO DAVVERO!

Così, quel Gennaio del 2018 abbiamo iniziato a parlarne seriamente, ci siamo rimboccati le maniche per organizzare, quello che sarebbe stato, il nostro grande SOGNO AFRICANO, perché, ve lo assicuriamo, esiste davvero il MAL D’AFRICA, e speriamo di riuscire, almeno in parte, a trasmettervi quelle che sono state le emozioni vissute lì, che ci portiamo nel cuore. ❤️

Da dove partire… COME ABBIAMO ORGANIZZATO IL VIAGGIO, FAIDATE, IN PIENA AUTONOMIA!

1° PERIODO

Scegliete bene il periodo in cui andare, tenete presente che in SUDAFRICA le stagioni sono invertite rispetto alle nostre visto che il Paese si trova nell’emisfero australe. Essendo molto esteso ha diverse caratteristiche climatiche che variano da zona a zona.

Quelle di nostro interesse sono state le seguenti:

Città del Capo , il clima è di tipo mediterraneo, con temperature che si possono aggirare intorno ai 30°C d’estate (dicembre-febbraio) e 18°C d’inverno (luglio-agosto) e piogge che cadono soprattutto tra giugno ed luglio;

-Nei territori più a nord, Parco Kruger e dintorni, durante l’inverno (maggio-ottobre) il clima è secco ed è il periodo migliore per i safari, in quanto la vegetazione è meno rigogliosa ed è più facile avvistare gli animali. L’estate (dicembre-febbraio) invece è umida, con temperature più alte e afose, e con piogge più frequenti.

Il Sudafrica si trova al sesto posto tra i diciassette Paesi mega-diversi del pianeta; ospita infatti la maggior parte delle specie viventi ed è dunque considerato come uno dei più ricchi di biodiversità del pianeta.

Noi, dando priorità ai Safari, abbiamo scelto Agosto, stagione perfetta per il clima, (caldo durante il giorno e fresco la sera) e per il motivo menzionato sopra. Gli avvistamenti inoltre sono stati arricchiti dalla presenza di parecchi cuccioli. Questa scelta è andata a penalizzare un po’ la parte della zona costiera di Cape Town, a causa di temperature più rigide e possibili piogge, impendendoci di godere a pieno delle splendide spiagge sudafricane.

Quando ci siamo trovati davanti un branco di leonesse con tantissimi cuccioli ci stava per scoppiare il cuore ❤️

2°ITINERARIO

Dipende molto dalla tipologia del vostro viaggio e dalle vostre priorità. I nostri obiettivi sono stati :

– SAFARI;

– Visitare la COSTA SUDAFRICANA;

– IMMERGERSI IN GABBIA CON LO SQUALO BIANCO;

– VEDERE LE BALENE a Hermanus;

– VEDERE I PINGUINI a Boulder’s Beach.

Così, abbiamo scelto di partire dall’emozionantissimo KRUGER PARK (fermatevi più giorni possibili, ne vale davvero la pena!) per poi volare giù a CAPE TOWN e da qui, visitare la costa e fare le escursioni che ci interessavano.

Dopo aver deciso il nostro itinerario di viaggio, abbiamo prenotato i voli, con SKY SCANNER, circa 6 mesi prima.

VENEZIA – JOHANNESBURG \ CAPE TOWN – VENEZIA Totale. 1500 €

HOEDESPRUIT – CAPE TOWN Totale. 450 €

3° ASSICURAZIONE SANITARIA

Per i nostri viaggi cerchiamo sempre online, l’assicurazione più conveniente. In base alle nostre esigenze, optiamo per quella che, in quel determinato viaggio, ci sembra la più adatta ed economica. Per questo, ci siamo affidati a COVERWISE. Totale 75 €

4° NOLEGGIO AUTO

ON THE ROAD.. questa la caratteristica dei nostri viaggi!

Amiamo questa tipologia, essere indipendenti, liberi, poterci fermare dove e quando vogliamo, poter decidere di spostarci in totale autonomia. Così, abbiamo scelto di noleggiare un’auto appena arrivati all’aereoporto di JOHANNESBURG, per poter visitare il KRUGER PARK e un’altra a CAPE TOWN per poterci muovere lungo la costa.

Abbiamo prenotato con RENTALSCARS.COM, optando per i seguenti veicoli:

– TOYOTA AVANZA per il Kruger Park, 8 gg Totale 300 €

– NISSAN MICRA per la Costa, 6 gg Totale 150 €

❗️Consiglio: state sempre attenti, quando noleggiate un’auto, a TUTTE le CLAUSOLE del contratto, spesso chiedono DEPOSITI CAUZIONALI MOOOLTO ALTI! Per il KRUGER PARK, optate per un fuoristrada, la nostra, più economica, non era adatta per quelle tipologie di strade (abbiamo bucato all’interno del Parco)!

5° ALLOGGI

Considerate che il carovita in Sudafrica è molto basso, tutto costa meno rispetto a noi, quindi anche gli alloggi. Troverete sistemazioni per ogni prezzo, noi cerchiamo sempre qualcosa di carino senza dover spendere troppi soldi 💰😉 E così, ci siamo messi alla ricerca di alloggi che fossero i più caratteristici possibili utilizzando principalmente BOOKING.COM.

JOHANNENSBURG Southern Sun OR Tambo International Airport, A 2 minuti dall’aeroporto. Ottimo hotel, camere ben arredate e soprattutto OTTIMA COLAZIONE;

MARLOTH PARK Tree House, FANTASTICA, assolutamente da provare se vi fermate fuori dal Kruger Park, questa graziosissima casa sull’albero situata all’interno di una Riserva Naturale;

KRUGER abbiamo alloggiato nei Camp statali, all’interno del Parco, sono davvero ottimi, più costosi di alcuni Lodge all’esterno ma, renderanno questa esperienza davvero unica. Ricordate che dovrete prenotarli con largo anticipo sul sito ufficiale perché sono molto richiesti;

MADUMA BOMA GAME RESERVE, appena fuori dal Kruger troverete molte Riserve private, noi abbiamo optato per questo bellissimo lodge, il “Kudu”, composto da una casa patronale più due dependance, piscina e zona bbq;

CAPE TOWN Red Radisson Hotel in pieno centro, al Waterfront, comodissimo per uscire la sera, arredamento pop art;

CAMPS BAY il lussuosissimo The Marly 5*, affacciato sulla bianchissima spiaggia di Camps Bay, vi lascerà senza parole, se passate da qui non fatevelo scappare;

GANSBAAI casetta fronte oceano al Sea Rose Self Catering, questo piccolo paradiso, questa splendida casa sul mare vi farà vivere a pieno questa esperienza;

HERMANUS Apartment Dolphin House grazioso appartamento fronte Oceano, immerso in un bellissimo quartiere a pochi passi dal centro di Hermanus, davvero favoloso.

6° ESCURSIONI

Dato che tra le nostre priorità, c’era lo SHARK DIVING e il WHALE WATCHING, per una maggiore tranquillità abbiamo deciso di prenotarli direttamente in Italia, accorgendoci una volta arrivati in loco, che non era necessario, vista l’ampia scelta di tour operator a prezzi inferiori.

Se decidete di prenotarli da casa, vi possiamo consigliare Viator, sia per l’immersione in gabbia con lo squalo bianco sia l’avvistamento delle balene.

Per quanto riguarda il KRUGER PARK, i Safari guidati sono stati decisi direttamente in loco, alla reception dei Camp.

Whale Watching Hermanus

Shark Diving Gansbaai

Si conclude qui, la nostra Mini Guida su come organizzare uno splendido viaggio in Sudafrica! Speriamo possa esservi stata d’aiuto.. se siete curiosi, leggete i prossimi articoli, su come è andato questo emozionantissimo Viaggio!


ARRIVO IN SUDAFRICA 🇿🇦

1° GIORNO – JOHANNESBURG

È il 9 agosto 2018.. il giorno del mio trentesimo compleanno! Ebbene sì, ho deciso di regalarmi un viaggio in Sudafrica.. quel Sudafrica che ho sempre sognato da bambina 💛

Dopo avermi organizzato una bellissima festa a sorpresa, Nico ed io ci mettiamo a letto.. è mezzanotte, alle 1:00 abbiamo la sveglia per andare a Venezia, partiremo da lì. Quasi non riusciamo a dormire dall’agitazione.. uno dei nostri grandi sogni si sta per avverare!

Ore 1:00 suona la sveglia, pronti scattanti ci prepariamo e via in macchina, direzione Aeroporto di Venezia! Qui abbiamo un volo che ci porterà ad Amsterdam, per poi prenderne un altro per Johannesburg!

Dopo 12 ore di volo (fortunatamente abbiamo i posti davanti con un ampio spazio per le gambe, possiamo muoverci liberamente durante il volo) eccole lì, le prime luci in lontananza di Johannesburg.. nonostante la stanchezza, l’emozione sale, ci siamo quasi!

Dopo 12 ore di volo…
Atterrati a Johannesburg, faceva molto freddo!

Scesi dall’aereo recuperiamo i nostri bagagli, ci dirigiamo verso l’uscita (Nico all’epoca fumava, per lui il primo pensiero appena atterrati è stato la sigaretta), cambiamo circa 200€ Euro in Rand giusto per avere qualcosa in tasca (sconsigliamo sempre il cambio in aeroporto, non è conveniente) e via, verso il noleggio auto che si trova all’interno dell’aeroporto.

Dopo una lunga attesa è arrivato il nostro turno.. controllano i documenti e ci consegnano le chiavi dell’auto! Una Toyota Avanza, questo sarà il mezzo che ci accompagnerà per tutta questa prima parte di viaggio.

Consiglio: se pensate di visitare autonomamente il Kruger Park, scegliete un altro tipo di auto, meglio 4×4, altrimenti rischierete di non poter percorrere alcune strade non asfaltate o addirittura bucare le gomme (come è successo a noi)!

Il noleggio Auto BUDGET
Attenzione: una volta ritirata l’auto, dovrete cercare il “Check point” del noleggio, dove un’incaricato verificherà assieme a voi lo stato dell’auto. Mi raccomando, segnalate tutti eventuali danni già presenti se non vorrete che ve li addebitino poi a fine vacanza.

Bene, ora possiamo uscire dall’aeroporto e dirigerci al nostro hotel, il SOUTHERN SUN O.R TAMBO a due passi da dove siamo atterrati. Trascorreremo la notte lì per poi metterci in viaggio il giorno seguente.

2° GIORNO – MARLOTH PARK

Sveglia presto, scendiamo a fare colazione.. che dire, ne abbiamo girati di hotel, ma una colazione come questa non l’abbiamo mai vista!! Ci sembra un sogno, c’è davvero di tutto, riempiamo i nostri piatti con brioches, torte, dolcetti, uova e pancetta, verdure, pane, marmellata, specialità africane, qualsiasi cosa ci sia.. e ci sediamo a gustarcele tutte.

Ricca colazione in hotel

Finita la colazione, riprendiamo i nostri bagagli, sono le 11:00, siamo prontii! Si parte.. direzione.. KRUGER PARK! Abbiamo un viaggio di circa 5 ore, attraversando piccoli paesi, foreste e colline, iniziamo ad assaporare questo bellissimo Paese..

Consiglio: rispettate i limiti di velocità, lungo la strada troverete molti autovelox; abbiate sempre contanti con voi perché troverete diversi pedaggi da potere pagare solo in questo modo.

Verso le 16:00 arriviamo a destinazione, questa notte alloggeremo a Marloth Park.

Marloth Park si trova sulle sponde del Crocodile River, che attraversa la provincia del Mpumalanga e bagna il confine meridionale del Kruger National Park. La particolarità di questa città è che, nonostante si trovi proprio all’interno di un’area popolata da belve feroci, i cittadini non possono erigere difese di nessun tipo. Gli animali possono quindi aggirarsi indisturbati tra le strade della città e addirittura entrare nelle loro case. Naturalmente tale peculiarità ha reso Marloth Park una popolare destinazione turistica. Qui si possono trovare alloggi di tutti i tipi. Noi abbiamo scelto la …..Tree House.

Merita sicuramente alcune righe del nostro articolo, questa graziosissima casa sull’albero, in mezzo ad una riserva naturale, ci immerge subito nel clima africano. Ci sono due camere, un salottino con cucina, un bagno e… una splendida terrazza vista savana, con bbq e una piccola piscina sotto la terrazza.

All’interno di Marloth Park, è presente un’area con i servizi di cui avrete bisogno, un benzinaio, un ristorante e un supermercato dove ci fermiamo a prendere della carne per cena. Così, torniamo nella nostra splendida casetta, ci sistemiamo e iniziamo ad accendere il bbq per la sera. Si fa tardi, la carne è pronta, ci sediamo fuori in terrazza a gustarla… nel frattempo, nel silenzio della notte, sentiamo un rumore sotto di noi. Incuriositi ci affacciamo dal terrazzo ed eccolo lì, un piccolo impala sbuca tra i rami e si avvicina per abbeverarsi nella piscina!

Quella notte la ricorderemo per sempre.. seduti al nostro tavolo, sotto il cielo stellato africano, il silenzio della savana viene interrotto da.. un RUGGITO DI UN LEONE! Impossibile spiegare l’emozione di quel momento, un ruggito in lontananza, ma così potente.. da pelle d’oca! Un leone che si trova al massimo 2 Km da noi, ci emoziona con altri 2-3 ruggiti.. mentre io e Nico, stringendoci la mano, più emozionati che mai, rimaniamo sotto le stelle a goderci questo indimenticabile momento! ❤️

La nostra TREE HOUSE
BBQ con tramonto sulla savana
All’interno della riserva Marloth Park
Selfie di Nico con la zebra

3° GIORNO – KRUGER PARK

Trascorsa la notte sotto il piumone (in casa facevano 15 gradi, si gelava!), sveglia presto ore 5:00, oggi ci aspetta una super giornata.. entreremo al Kruger Park! Cuciniamo uova e pancetta, finiamo i dolcetti comprati il giorno prima al supermercato della riserva, riprendiamo le valigie, carichiamo l’auto e via.. pronti a lasciare questo magico posto, che ci lascia nel cuore un ricordo emozionante, quel ruggito, quella natura incontaminata intorno a noi, quella casetta sull’albero, pronti ad ed esaltati per scoprire.. la Nostra Africa! 🧡

Circa 20 minuti di viaggio ci separano dall’ingresso al Parco, dopo aver attraversato lunghe distese di campi di banane, eccoci arrivati finalmente all’ingresso del KRUGER PARK, il Gate Crocodile Bridge.. ma, di questo vi parleremo nel prossimo articolo!

Lungo la strada per arrivare al Gate Crocodile Bridge del Kruger National Park


COLAZIONI SUDAFRICANE

Pancake e Eggs & Bacon.. sicuramente sono questi i due pasti che ci hanno accompagnati per tutto il nostro emozionantissimo viaggio in Sudafrica!

Da dove partiamo.. dal nostro arrivo a Johannesburg, dalla nostra prima vera colazione sudafricana, e che dire.. è partita al meglio! Se anche voi siete degli amanti della colazione e dovete alloggiare in questa città, non perdetevi assolutamente questo hotel. Troverete dei lunghi banconi con un’infinità di cose da mangiare, dal salato al dolce alle bevande.. ! 🥞 🍳🥓

Date voi un’occhiata, per farvi un’idea…

Questa era sola la prima portata di una lunga e abbondantissima colazione

Dopo questo appagante hotel, alla Tree House, ci aspettano Uova e Pancetta, accompagnate da alcuni dolcetti africani acquistati al Market della Riserva. Non da meno, le colazioni fatte all’interno dei ristoranti dei Camp del Kruger National Park, qui troverete dei buonissimi Pancake, Scambled Eggs e se aveste voglia di qualcosa di più dolce, troverete dei Muffin e torte di ogni genere.

Colazione homemade a Marloth Park
Ottima Breakfast al Camp PRETORIUSKOP, all’interno del Kruger Park
Granola Yogurt e Muffin all’interno dei sacchetti per la colazione dentro il Camp SKUKUZA

Forse la più apprezzata, è quella alla Riserva TWIGA TRAVEL, ad Hoedspruit, appena fuori dal Kruger Park. Ci accolgono calorosamente in questo splendido Lodge, due proprietari, Elize e Jurgens. La mattina, ci preparano un bellissimo tavolo in terrazza, in mezzo alla savana, e molto gentilmente, dopo averci chiesto cosa volessimo, la propietaria ci cucina tutto al momento, solo per noi! Delle ottime uova con pancetta, verdure fresche accompagnate con deliziose bevande biologiche! Tutto sotto un grande albero, con uccellini africani che ci fanno compagnia, davvero un’esperienza magnifica.. ecco alcune foto!

Ci spostiamo ora, nella zona meridionale del Paese che, non sarà da meno! Per la prima mattinata a Cape Town, scegliamo, dopo aver cercato online, un graziosissimo locale, Origin Coffee Roasting, a 5 minuti dal centro, dove mangiamo delle ottime Eggs Bendict accompagnate da croissant favolosi! Il tutto per finire con due buonissimi Bagel presi per il pranzo.

La mattina seguente, proviamo degli ottimi Pancakes, sull’oceano, a Camps Bay, al LA BELLE BISTRO & BAKERY, li hanno serviti senza sciroppo d’acero ma, con del burro e marmellata. Diversi dai nostri tradizionali ma… non da meno!

Per il resto della vacanza, alloggiando in appartamenti, ci cuciniamo le nostre intramontabili Eggs & Bacon, prese ai Market lungo la strada.

Pancakes a Camps Bay
Eggs Benedict all’Origin Coffee Roasting
Bagel al Origin Coffee Roasting


SPESE VIAGGIO

Quanto costa un viaggio in Sudafrica? Bisogna affidarsi a un’agenzia?

Questa la domanda principale che si pongono tutti.. che dire, la nostra risposta è NI, non è un viaggio costoso, perché quello che ti lascia il Sudafrica non ha prezzo!

Ovviamente non è nemmeno un viaggio economico ma, vi assicuriamo che se farete tutto faidate, avrete la possibilità di risparmiare parecchio e soprattutto fare TUTTO quello che vorrete fare! Non dovrete rinunciare ad alcune cose in cambio di altre (come magari succede quando si prenota in agenzia dato che il prezzo sale parecchio). Noi fortunatamente non abbiamo rinunciato a nulla, siamo riusciti a fare tutto quello che avevamo prefissato 😉

Se avete in mente di organizzare questa magnifica avventura e volete farvi un’idea, sotto troverete il dettaglio di quelli che sono stati all’incirca i nostri costi e quello che potreste spendere per un viaggio simile!

Tenete sempre presente che, prima prenoterete il tutto, più possibilità avrete di risparmiare!

Buona organizzazione!


LE NOSTRE COLAZIONI

Toglieteci tutto ma, non la COLAZIONE!

Ebbene si, siamo due patiti per la COLAZIONE! è il nostro pasto preferito.. Pancake, Scambled Eggs, French & Avocado Toast, Croissant, Donuts, Cheesecake e molto altro! Metteteci davanti una di queste cose e vi assicuriamo che non riusciremo a resisterne!

Per questo motivo, in ogni città che visitiamo, per noi è una delle cose importanti! La sera prima, che sia in hotel o appartamento, la nostra solita domanda.. “DOVE ANDIAMO A FARE COLAZIONE DOMANI MATTINA AMORE?” E via.. alla ricerca sul web del miglior posto dove ci troviamo, dove facciano degli ottimi pancake e breakfast.

Migliori pancake di Brisbane, Miglior Colazione a Cape Town..” ed ecco, Tripadvisor, Yelp, Pinterest.. scorriamo ogni articolo trovato online che ci possa indirizzare ad una FANTASTICA e ABBONDANE COLAZIONE!

Se, anche voi, come noi, amate questi tipi di Breakfast, venite a scoprire, dove poter assaggiare degli ottimi Pancake e non solo, nelle città che abbiamo visitato!😋

Grazie alla vita da camper, abbiamo potuto assaporare i prodotti che la Terra Australiana ha da offrire. Dagli innumerevoli manghi raccolti lungo la strada, alla carne tipica cucinata al bbq, al pesce fresco appena pescato..