KRUGER PARK

E’ la più grande riserva naturale del Sudafrica.

È difficile pensare al Sudafrica e non associare, sin da subito, l’immagine di un Leone. O di una Zebra. O di un Elefante. Al Kruger sono presenti tutti i Big 5, che sono Leone, Leopardo, Elefante, Bufalo e Rinoceronte. Avvistarli tutti sarà difficile, ma non impossibile!

Esistono diversi Gate di entrata al Parco.

Si può alloggiare all’interno (noi abbiamo optato per questa scelta) , in questo modo si può visitare autonomamente con la propria auto, seguendo i percorsi per lo più asfaltati che si snodano nel Kruger e attraversando le varie zone d’avvistamento degli animali, le pozze, i punti panoramici. Potrete prenotare il vostro soggiorno in questi Campi attrezzati con Bungalows, Benzinai, Ristoranti, Supermercati e quant’altro. Soggiornando nei Camp statali, si può partecipare anche a interessanti safari di gruppo organizzati dai ranger in camion da safari, con cui si esce all’alba o al tramonto.


All’interno del Parco non si può scendere dalla macchina a meno di trovarsi nelle apposite aree di sosta e pic nic, situate in molte zone. La velocità massima consentita è di 40km/h.

E’ obbligatorio rientrare nel proprio Camp (o lasciare il parco se non si soggiorna al suo interno) entro gli orari prestabiliti di apertura, che coincidono tassativamente a orari di alba e tramonto.

Bene, riprendiamo il nostro viaggio da dove ci eravamo lasciati…

3° GIORNO – KRUGER PARK

Dopo aver lasciato Marloth Park, siamo carichissimi per questa nuova giornata. Il tempo oggi purtroppo è nuvoloso, la mattina fa ancora molto freddo, bisogna munirsi di felpa e giacca. Dopo circa 20 minuti di viaggio arriviamo al Gate Crocodile Bridge, cominceremo questa splendida avventura, proprio da qui.

All’ingresso ci forniscono alcuni documenti da compilare con i nostri dati, dove alloggeremo e quanto staremo dentro il Parco. Ci registriamo all’ufficio del Gate, acquistiamo la wild card (una tessera annuale, acquistabile online o all’ingresso di determinati parchi che consente l’accesso a tutti i parchi del sistema gestito da SANPARKS e ad altri parchi o riserve naturali partner, ad una tariffa agevolata, circa 2.000ZAR) e ci fermiamo un momento in questa prima struttura.

Ci salta subito all’occhio, un cartello (che poi sarà presente in ogni Camp del Parco) dove potrete visualizzare e aggiornare gli avvistamenti del giorno, nelle varie zone. Entriamo nel negozio, compriamo subito una mappa del Parco, beviamo il nostro immancabile cappuccino e via.. PRONTI PER INIZIARE AD ESPLORARE QUESTO MAGNIFICO POSTO!

Cartello degli avvistamenti del giorno, presente in ogni Camp

C’è una strada principale asfaltata che collega i vari Camp, iniziamo a percorrerla.. intorno a noi la savana, ed ecco il primo avvistamento, vediamo avvicinarsi uno Gnu! Proseguiamo, vediamo moltissime gazzelle e impala (le prime volte sarete emozionantissimi, poi ne vedrete talmente tanti che non ci farete più caso). Ad un tratto, in lontananza vediamo un Elefante.. oddio, è propio il grande elefante africano, è il NOSTRO PRIMO ELEFANTE AFRICANO, ed ecco apparire la prima spunta tra i ricercatissimi Big Five! Si vede in lontananza, è una femmina con un cucciolo vicino. Fermiamo l’auto e rimaniamo qualche minuto ad osservarli.. che momento emozionante!

Il nostro primo avvistamento all’interno del Kruger Park
Il primo ELEFANTE AFRICANO avvistato

Ancora increduli di essere in questo suggestivo posto, decidiamo di prendere una strada secondaria, non asfaltata.. ci inoltriamo così in mezzo alla savana. Ed ecco spuntare al bordo della strada, sopra un ramo, una graziosa scimmietta incuriosita 🐒 , si avvicina e poi si allontana.. rimanendo al bordo, restiamo ad osservarla per un po’ per poi rimetterci in marcia.

Proseguendo, lungo la strada, troviamo alcune indicazioni per raggiungere un Point View, le seguiamo ed arriviamo nell’ansa di un fiume con una piccola capanna di legno da dove poter osservare gli ippopotami, se presenti, scendendo dall’auto in sicurezza.

Scimmietta avvistata
Strada secondaria all’interno del Kruger
Prime zebre avvistate lungo la strada
Point View
Point view per avvistare gli ippopotami in acqua

Dopo una breve sosta, ripartiamo e qualche km più avanti.. eccole lì, dietro ad alcuni alberi, due bellissime giraffe, che camminano indisturbate.. che bellezza! Si avvicinano talmente tanto alla nostra auto, da poterle ammirare in ogni loro piccolo particolare.. ci permettono di fare parecchie foto e video, rimangono lì, quasi come fossero “in posa”, tutte per noi! CHE MERAVIGLIA! Sono davvero degli animali affascinanti. Gli ultimi selfie dall’auto con le giraffe e via.. pronti per continuare la giornata.

È quasi ora di pranzo, la temperatura durante la giornata cresce particolarmente e dalle giacche passiamo a canottiere e pantaloncini corti.

Consiglio: importante vestirsi a “cipolla”, la mattina e la sera fa davvero molto freddo mentre durante la giornata, il sole scalda parecchio!

Manca poco per arrivare alla nostra sosta pranzo ma, ancora molte sorprese ci attendono. Sul lato della strada, a pochissimi cm da noi, un paio di elefanti, una mamma con il proprio cucciolo che mangiano da un albero, è una scena emozionantissima.. se ne stanno lì, senza preoccuparsi della nostra vicinanza.

Ad ogni avvistamento, vorremmo fermarci per ore ad osservarli ma, abbiamo ancora parecchia strada da percorrere e ci rimettiamo in viaggio. Ed ecco che, inspiegabilmente, c’ è una grossa colonna di auto all’interno del Parco, cosa potrà mai essere successo?! Ci avviciniamo pian piano dove i veicoli sostano un paio di minuti a testa e iniziamo ad intuire il motivo di questa coda.. 5-6 avvoltoi volteggiano nell’aria e sotto di loro tanti altri stanno banchettando su di una carcassa. CHE IMMAGINE SPETTACOLARE ED INQUIETANTE nello stesso momento!

Ma il KRUGER regala continuamente emozioni, qualche Km più avanti una grandissima mandria di elefanti ci attraversa la strada, facendoci fermare qualche minuto in attesa del loro attraversamento, con in coda tutti i cuccioli, si dirigono verso il fiume per abbeverarsi.

Giungiamo così a LOWER SABIE, Camp molto rifornito, uno dei principali del Parco, affacciato al fiume Sabie dove pranzeremo con un ottimo hamburger, ammirando gli animali che giungono lì per abbeverarsi, giraffe, elefanti, ippopotami.. che spettacolare vista di fronte a noi, sembra di essere dentro ad un documentario!

Pranzo a Lower Sabie

Dopo aver lasciato le meraviglie di Lower Sabie, il Kruger è un continuo trasmettere emozioni, e tra un avvistamento e l’altro, elefanti, ippopotami, scimmie, eccolo lì.. il nostro secondo Big Five avvistato, il BUFALO! 3 possenti Bufali camminano lungo il letto di un fiume prosciugato dalla secca stagione.

Le ore passano veloci, entro le 18 bisogna essere dentro i Camp, (dovrete quindi calcolare bene i tempi). Noi questa notte dormiremo a SKUKUZA, il Camp più grande del Kruger. Siamo arrivati, la nostra prima giornata dentro il Parco è stata ricca di emozioni ma, non è ancora terminata! Il nostro alloggio è una graziosissima casetta, stile capanna africana, dotata di ogni confort.. una doccia al volo per poi cenare al ristorante, molto tipico, con dell’ottima carne al bbq.

Alcuni avvistamenti del giorno:

Non ancora del tutto stremati, decidiamo di prenotare all’ultimo un safari di gruppo notturno, partenza ore 21:00! Di notte la savana è molto animata ma, non è così facile avvistare la fauna circostante. Partiamo, dopo circa 15 minuti, il ranger punta la luce tra i cespugli laterali, una Grande genetta macchiata si muove e la seguiamo lentamente. È così rara da vedere perché si tratta di un felino notturno!

la Grande genetta macchiata

Il nostro Safari prosegue senza molti altri avvistamenti ma, ecco il più ATTESO.. ad un tratto il ranger accelera , accende le luci e si sente un grido.. LION!!!! Proprio ad un passo dalla nostra jeep, un bellissimo giovane maschio di LEONE se ne sta indisturbato a riposare vicino ad un albero. CHE MERAVIGLIA! Finalmente il grande leone, il nostro terzo Big Five avvistato.. il felino viene leggermente disturbato dalla nostra presenza, si sposta di qualche metro e torna al suo beato riposo. Rimaniamo parecchio tempo ad osservarlo, sembra davvero impossibile averlo a così poca distanza da noi!

È ora di rientrare al Camp, chissà domani la savana quali altre emozioni ci regalerà.. ci mettiamo a letto, ancora carichi della pienissima giornata, pronti a ripartire più curiosi e eccitati che mai…

4° GIORNO

Sveglia ore 5:00! Vi sembrerà incredibile ma, sono bastati semplicemente 4 giorni per farci adattare ai ritmi della savana africana, molto attiva alle prime luci del mattino.

La sera prima abbiamo prenotato un safari guidato all’alba perché i Gate aprono alle 8:00 ma, volevamo approfittarne per avere una maggior possibilità di avvistamenti e poter così vedere la suggestiva e tanto acclamata ALBA AFRICANA!

La camionetta si mette in moto ed è ancora buio, lungo il tragitto il cielo inizia ad illuminarsi con caldi colori, è davvero un momento magico, il sole inizia a sorgere nella savana, questa atmosfera appaga la nostra scelta!

mentre guardiamo il sole sorgere illuminare la savana

Ci portano sulle rive di un fiume infestato da coccodrilli, che se ne stanno a prendere il sole del mattino. Poi, tra molti avvistamenti di giraffe, una grossa mandria di bufali, ippopotami fuori e dentro l’acqua, elefanti e zebre, infreddoliti ma soddisfatti rientriamo al Camp per un’abbondante colazione con vista panoramica!

Ecco alcune foto di questo safari…

Si riparte e rincontriamo subito le nostre amate giraffe. Seguiamo poi un’indicazione lungo la strada per raggiungere un Poin View in cima ad una collina, dove scendiamo in sicurezza per ammirare la vastità della savana e i suoi colori.. CHE SPETTACOLO!

selfie con la giraffa 🙂

Riprendiamo il nostro cammino, in una strada sterrata notiamo una camionetta dei ranger ferma .. la cosa ci incuriosisce e decidiamo di avvicinarci! Scorgiamo su di un grosso albero, la carcassa di una gazzella… è la TANA DI UN LEOPARDO!! Decidiamo di appostarci lì, assieme al ranger, nella speranza di poterlo vedere dato che è uno dei Big Five molto difficile da avvistare! Le ore passano ma, del leopardo nessuna traccia e così, un po’ abbattuti proseguiamo il viaggio verso il nuovo alloggio notturno, PRETORIUSKOP.. così un altro giorno nella savana è VOLATO!

5° GIORNO

Sveglia ore 6:00, pancake uova e pancetta ci attendono. Pronti per una nuova giornata, scorgiamo subito una stradina sterrata e ignari di dove ci avrebbe portati decidiamo di intraprenderla.. che dire, giudicate voi se ne è valsa la pena 😉

Nel cammino, incrociamo la strada sterrata dove ieri ci eravamo appostati parecchie ore, io e Nico ci guardiamo un momento, ripercorriamola nella speranza di…..

Della carcassa sull’albero avvistata ieri, sono rimaste solo ossa.. non è possibile, ce lo siamo perso!!! Ci guardiamo attorno ed eccolo lì… non possiamo crederci, proprio di fronte a noi, all’ombra di quel grosso albero, l’attesissimo LEOPARDO, riposa a pancia piena! 4 su 5 Big Five visti! Restiamo talmente affascinati da questo splendido felino che un’altra ora passa senza accorgersene.. è ora di rimetterci in cammino!

Ritornando verso la strada principale, un gruppo di auto cattura nuovamente la nostra attenzione.. una TANA DI IENE! Un gruppo molto numeroso, con cuccioli, sta riposando indisturbato. Finalmente siamo riusciti a vederle.. la notte, con le loro inquietanti e suggestive “grida”, spesso interrompono il silenzio!

Proseguiamo lungo questa strada che ci ha portato molta fortuna, ignari di quello che sarebbe successo da lì a poco..

Di fronte a noi, un grosso jeepone si avvicina, la strada è stretta, ci passiamo a pelo tutti e due non accorgendoci di un grosso sasso a bordo strada, lo prendiamo in pieno forando la gomma anteriore sinistra. Oh no!!!!!! La cosa che temavamo di più noleggiando questa auto si è appena avverata. Fortunatamente, per inerzia, si ferma a fine di questa strada sterrata e all’incrocio con la principale. Dopo un momento di panico generale (vi ricordate che all’interno del Parco è vietato scendere dai veicoli per ragioni di sicurezza? ) prendiamo il telefono per contattare i numeri di emergenza ma, non c’è segnale, abbiamo bucato la gomma e qui le strade sono poco battute.. e ora?? che facciamo???

Oggi deve essere proprio la nostra giornata fortunata perché in lontananza vediamo venirci incontro la jeep dei Ranger del Parco. Ci sporgiamo subito fuori dal finestrino gridando ripetutamente “HELP” e il ranger accosta. Spiegato l’accaduto, scende dalla sua auto, prende alcuni attrezzi dal bagagliaio e così, assieme a Nico si adoperano per cambiare velocemente il pneumatico forato mentre io, rimango di vedetta nel caso si avvicinassero animali.

“Come avrete capito, questo è uno dei motivi principali per il quale, nei precedenti articoli, vi abbiamo consigliato di noleggiare un 4×4”

Incidente di percorso

Sistemata la gomma, ringraziamo il ranger, ci dirigiamo al Camp più vicino, chiediamo alla reception di poter fare una telefonata al Noleggio Auto per avvisarli dell’accaduto e poi riprendiamo il nostro cammino.

Questa giornata prosegue e non smette di regalarci emozioni!

“Cosa fanno ferme quelle auto laggiù?” “Cosa sta attraversando la strada?” Non sarà una leonessa quella ?”

E così che acceleriamo per avvicinarci velocemente e, non possiamo crederci… un branco di leonesse accompagnate da molti cuccioli, sfila davanti alla nostra auto! UNO DEI MOMENTI PIÙ EMOZIONANTI DI QUESTO SAFARI!

Eccitati per l’avvistamento dei leoni, proseguiamo verso ORPEN, dove alloggeremo la nostra ultima notte dentro il Kruger Park. Ma a fine giornata, un’altra sorpresa ci attende alle porte di questo Camp.. Un gruppo di 3 Rinoceronti…. ed ecco l’ultimo dei Big 5 avvistato!

Un grosso elefante incrociato lungo la strada per Orpen
I rinoceronti avvistati alle porte del Camp ORPEN

Per la serata, compriamo al Market del Camp della carne fresca che cuciniamo al bbq del nostro bungalow. Mentre io e Nico ripercorriamo le emozioni della giornata, sentiamo un rumore alle nostre spalle. Una coppia di simpatici fiorentini che sta cenando a fianco al nostro bungalow, ci mette in guardia avvertendoci che si tratta di un Tasso del Miele quello che sta girando tra le nostre auto, e che se, infastidito, diventa aggressivo. Tra una chiacchiera e l’altra, scopriamo che sono due appassionati del Kruger Park e ci regalano preziosi consigli ed informazioni a riguardo.

6° GIORNO

Ultimo giorno all’interno del Parco, sveglia ore 6:00, carichi ma malinconici dato che è il nostro ultimo giorno al Kruger. Ci servono energie, oggi percorreremo molti km, cuciniamo le ultime uova e terminiamo la spesa fatta nei giorni scorsi. Abbiamo deciso di percorrere una strada consigliata dai nostri nuovi amici fiorentini, scenderemo a sud verso Lower Sabie per poi risalire ed uscire definitivamente.

Appena usciti da Orpen, ritroviamo i nostri amici rinoceronti che avranno deciso di passare la notte lì. Questa giornata, sempre ricca di avvistamenti, decidiamo di raccontarvela con alcune fotografie, per farvi vivere assieme a noi, la vera magia di questo fantastico posto.

Io e Nico.. e la vastità della savana dietro di noi
Selfie con gli avvistamenti al Kruger

Ore 17:00, ahimè è arrivato il momento di salutare questo angolo di paradiso sudafricano, stiamo uscendo dal Parco e davanti a noi uno splendido tramonto ci accompagna. Questa notte dormiremo in una Riserva Privata a pochi km dal Kruger ma, sopraggiunge un problema.. il navigatore ci abbandona ed ora? Tra un po’ farà buio e alle 18:00 chiudono tutte le riserve ed è sconsigliato girare la sera.

Vi lasciamo al prossimo articolo, per scoprire come è proseguita questa emozionantissima avventura…

Magico tramonto all’uscita del Kruger Park


2 risposte a "KRUGER PARK"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...